San Bonifacio e la sua eleganza

San Bonifacio è un elegante cittadina di 20.000 abitanti, posata su verdi colline all’estremità orientale della provincia di Verona, a soli 15km dal nostro residence.

Rappresenta un affascinante ibrido tra storia e presente: vi si respira il Medioevo dei conti Sambonifacio, delle lotte fra signorie e quello mistico dei conventi religiosi, come pure l’attività economica incessante di un paese che produce autonomamente il proprio vivere quotidiano.

Passato e futuro intrecciati

L’abitato originario si sviluppò attorno alla collinetta di La Motta, dove sono visitabili le rovine del castello dei Sambonifacio, raso al suolo dal rivale ghibellino Ezzelino da Romano nel 1243.

Il centro storico di San Bonifacio si sviluppa attorno al Duomo, in piazza Costituzione, intitolato a Santa Maria Maggiore, costruito all’inizio del XII secolo e ricostruito nel 1417. Lungo corso Venezia, la via principale del paese, sono numerosi i negozi e i locali ed è piacevole passeggiare ammirando il susseguirsi di edifici e ville storiche.

Importante monumento religioso è l’abbazia di S. Pietro Apostolo, visibile lungo la strada statale che collega Verona e Vicenza.

Edificata la prima volta nell’VIII secolo per opera dei monaci benedettini, la chiesa venne in seguito ricostruita nei secoli XII e XV. Della seconda fase sopravvive il campanile con temi gotici. All’interno, suddiviso da colonne e pilastri in tre navate, sono visibili affreschi del 1300, così come la cripta di chiara origine romanica. L’abbazia è una delle visite d’obbligo di San Bonifacio, una sosta culturale e spirituale.

Foto di San Bonifacio - Immagini di San Bonifacio, Provincia di Verona - Tripadvisor

Eno-grastronomia e divertimento

La zona di San Bonifacio acquista ulteriore valore se si pensa all’ottimo vino che produce, frutto dei nobili vitigni che crescono sulle sue dolci colline.

E durante le giornate più calde ci si può rinfrescare e rilassare presso le Antiche Terme di Giunone: la leggenda tramanda la notorietà delle acque termali di Caldiero, conosciute già nella remota antichità romana.

Le “Acque della Bellezza”, così chiamate dai romani, erano usate a scopi terapeutici in epoche molto antiche, si presume fin dai tempi dei “paleoveneti”. Ora il complesso ospita un grande parco con piante secolari, piscine a onde tra i giochi d’acqua, acquascivoli, e acque termali terapeutiche.

Trapianto di fegato senza trasfusione. Intervento su una Testimone di Geova

Per maggiori informazioni o per prenotare il tuo soggiorno contattaci ora!

i[email protected]